23 gennaio, 2013

Elie Saab Haute Couture primavera-estate 2013: la moda è arte EQuando

Elie Saab Haute Couture Primavera-Estate 2013

La mia devozione a Elie Saab non conosce limiti. Lo stilista libanese ha presentato la sua collezione a Parigi Haute Couture per la primavera-estate 2013 e, come sempre, il campione è stato affascinante grazie alle spettacolari abiti gioiello che solo lui può creare.

Elie Saab Haute Couture Primavera-Estate 2013

Solo la stilista libanese può lasciarci a bocca aperta. Il suo fascino innato si riflette nel suo ormai classico gioiello in vetro abiti ricamati e modelli di tubo da piantare fiori di pizzo intagliati, garza sottile, lucidi insinuante e discreto ... e tutti molto femminili, controllando vita della donna e sirena silhouette.

Elie Saab Haute Couture Primavera-Estate 2013

Sulla pista abbiamo visto due stili: Romanticismo creazioni cariche, come detto sopra, e alcuni molto barocco, secolo di ispirazione XVIII Con sorprendenti fianchi ricamati con gonne o alto volume. Modelli sono più donna, il 50 '.

Elie Saab Haute Couture Primavera-Estate 2013

Sono sicuro che più di uno di questi modelli sarà discusso in qualche Celebritie sul tappeto rosso agli Oscar il 24 febbraio. Non saprei quale scegliere, credo che sarei rimasto con questo bel vestito nero.

Elie Saab Haute Couture Primavera-Estate 2013

Per i colori


Per quanto riguarda la P-V coloresElie Saab Couture

Per quanto riguarda i colori, tonalità pastello prevalgono come crema, rosa pallido, altri blu, viola, rosso, nero o e blanc.

Elie Saab Haute Couture Primavera-Estate 2013

Elie Saab Haute Couture Primavera-Estate 2013

Elie Saab Haute Couture Primavera-Estate 2013

rosso

Elie Saab Haute Couture Primavera-Estate 2013

Chiusura della sfilata


Una menzione speciale merita il vestito da sposa con il creatore libanese ha chiuso la sfilata. Più barocco impossibile! Ma anche più spettacolare.

Elie Saab Haute Couture Primavera-Estate 2013

Galleria Fotografica

(Clicca su un'immagine per ingrandirla)



Nessun commento:

Posta un commento